2:09:18 23 giugno 2017
Home » News » Impronte di pace: la testimonianza artistica dei richiedenti protezione internazionale

Impronte di pace: la testimonianza artistica dei richiedenti protezione internazionale

Share Button

volantino2Si è svolta ieri pomeriggio al Circolo Culturale Silos di Ancona la mostra “Impronte di pace”.

La mostra è una testimonianza artistica ed un’esposizione dei lavori realizzati dai richiedenti asilo accolti nell’ambito del progetto Emergenza di Ancona del GUS.

Attraverso l’arte i ragazzi hanno espresso le emozioni che hanno vissuto quando hanno lasciato la loro terra, le case, le famiglie e gli affetti più cari e le sensazioni provate all’arrivo sulle coste italiane di Lampedusa.

La prima bozzaLe attività artistiche si dimostrano uno strumento importante nel processo di integrazione dei richiedenti asilo: i beneficiari infatti partecipano attivamente alle attività con uno spirito di confronto e collaborazione, creando legami, momenti e canali privilegiati di comunicazione con la società di accoglienza.Disegnando

La realizzazione di attività artistiche e culturali come la mostra “Impronte di pace” sono per i beneficiari l’occasione per raccontare la loro esperienza, mettersi in gioco e superare, in qualche modo, le paure; per la cittadinanza rappresentano l’opportunità per conoscere le storie dei beneficiari e aprirsi all’altro, rafforzando così la cultura dell’accoglienza.

 

Guarda le immagini dei beneficiari durante la realizzazione dei lavori esposti alla mostra “Impronte di Pace”

Check Also

Stampa

Asylum, dal 20 aprile il sondaggio online su dinamiche migratorie e accoglienza. Stay tuned!

Dal 20 aprile su www.gusitalia.it/asylum se hai meno di 30 anni potrai rispondere ad una serie di domande proposte dal sondaggio online promosso dal GUS nell’ambito del progetto AS.Y.LUM, finanziato nell’ambito del programma Erasmus Plus, che ha l’obiettivo di promuovere una riflessione approfondita sulle dinamiche delle migrazioni.