martedì, 16 ottobre 2018 | 1:53:21

Al via il progetto Re-Lab con l’evento “Teatro di Paglia”

10531440_682915335118495_7514239872834088383_oIl 30 e 31 agosto vi aspettiamo all’evento “Teatro di Paglia”, organizzato dall’associazione Radici senza Terra, che si terrà a Morrovalle (Macerata), in c.da Montigliano n° 8, presso la sede della cooperativa sociale Il Talento.

Nelle due giornate i partecipanti saranno coinvolti in numerose attività all’insegna del relax e del benessere, tra cui la costruzione di un teatro con le balle di paglia, lo spettacolo “MUSONIA” con gli asini, i laboratori creativi che prevedono l’utilizzo di materiale povero e di riciclo per la realizzazione di spaventapasseri e oggetti da utilizzare nei campi, le passeggiate con gli asini, lo yoga della risata e le letture animate sotto gli ulivi. Sarà, inoltre, possibile prendere parte all’apericena e gustare prodotti tipici locali, ascoltare musica jazz, assistere alla proiezione di documentari e partecipare ai dibattiti su temi quali bioedilizia, compostaggio, onoterapia.

Per chi vorrà scoprire e assaporare fino in fondo la natura, potrà pernottare in tenda nell’uliveto-frutteto della corte della cooperativa il Talento.10557714_682915398451822_7827279906521410966_o

L’evento organizzato dall’associazione Radici senza Terra è realizzato all’interno del progetto del GUS “Re-Lab”, finanziato dalla Regione Marche ai sensi della L. R. 9/04 art.12 – Annualità 2014 e di cui l’associazione Radici senza Terra è partner.

Il progetto “Re-Lab” vuole diffondere la cultura della solidarietà attraverso il potenziamento dell’informazione e della partecipazione dei giovani al volontariato e promuovere il protagonismo sociale e la cittadinanza attiva dei giovani ed adolescenti marchigiani in contrasto alla devianza e marginalità attraverso attività aggregative, interventi di animazione culturale.

Per maggiori informazioni consultate qui il programma dell’evento.

Vi aspettiamo, come sempre, numerosi!

Check Also

GMRGUS Giornata Mondiale Del Rifugiato 2018

Giornata mondiale del rifugiato, Giovanni Lattanzi: le Ong sono sempre dalla stessa parte

Chiudere i porti, fare le liste di questa o quella etnia, isolarsi, attaccare i migranti, attaccare le Ong è una guerra contro il riconoscimento dei diritti umani e civili, il diritto alla vita in primis.