Anche il GUS a Ballacollarte, la notte giovane di Melendugno

Ballacollarte Melendugno chiude ancora una volta il calendario degli appuntamenti estivi. E il GUS partecipa all’iniziativa con i suoi beneficiari e operatori.

Giunto, dopo un anno di pausa, alla sua Quarta edizione: ospiterà su 6 diversi palchi, dislocati per tutto il paese, oltre venti artisti tra gruppi musicali e cantanti.

Il palco principale di questa edizione vedrà Protagonista un cantante che non ha bisogno di presentazioni: GIULIANO PALMA. Il “King” è parte integrante della scena italiana e non solo. Da anni in ogni suo lavoro, “in battere” o “in levare”, non ha mai perso un colpo. Ad aprire la band salentina Skarlat.

Altro ospite di rilievo della serata sarà Antonio Castrignanò, eclettico artista salentino e autore della colonna sonora del film “Nuovomondo”( Leone d’argento alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2006); è stato definito, a seguito della sua partecipazione ad un festival parigino, da noti quotidiani francesi del calibro di Liberation e Le Monde il “punk della Taranta”. Da molti viene ricordato invece per le sue memorabili Performance durante il concertone finale della “Notte della Taranta”. Ad aprire il concerto le note degli Antiruggine.

Per gli amanti del rock italiano sarà invece duello aperto a colpi di indimenticabili canzoni, sul ring si sfideranno infatti gli “Insoliti”, nota cover band di Vasco, contro i “Figli del rock’n’roll” una delle cover band più apprezzate del Liga nazionale.

Per i nostalgici degli anni ’80 saranno Vega80 e Rewind ad allietare l’atmosfera, mentre i “Moods” si faranno portavoce di tutti gli amanti del genere Elettronico.

Ritmi serrati accompagneranno le note funky soul degli “Oro Matano”. Ancora tanta musica con Gardenia, Rosanna Mancarella, Luigi Mariano, Dj war, Luca dj, Faceslapperz e molti altri.

Le Strade della cittadina salentina saranno poi invase da colori, artisti, mercatini, suoni e performance che renderanno, coloro i quali parteciperanno, un tutt’uno con lo spirito di questa incredibile festa.

Check Also

GUS, Vetrata sfondata

Dalle minacce alla violenza: mattoni contro la vetrata dell’ufficio del GUS

Alle tre di pomeriggio, in pieno orario di lavoro, una o più persone hanno attaccato la sede del GUS di Piazza Mazzini. Un gesto che, si alimenta delle falsità, insinuazioni e calunnie di questi mesi e che trova protezione e silenzi accordanti nei troppi “se” e nei troppi “ma”.