sabato, 21 ottobre 2017 | 12:16:26

La Casa delle Genti di Jesi, sempre più punto di riferimento dopo le separazioni

Jesi, Casa delle Genti

JESI, 30/08/2017 – Report semestrale della struttura “Casa delle Genti” di Jesi dell’ASP Ambito 9 gestita dal GUS, che si trova in via Cascamificio.

Nei primi sei mesi del 2017 sono stati 163 gli ospiti della Casa delle Genti, destinata ad un massimo di 16 utenti di sesso maschile che abbiano raggiunto la maggiore età e si trovino nella condizione di “senza fissa dimora”.

Il range di età varia fra i 31 e i 55 anni per i 70 italiani e 93 stranieri ospitati, di cui il 72% provenienti dall’Africa, il 18% dall’Europa e il 10% dall’Asia.

Fra gli italiani, la gran parte ha alle spalle una separazione o complicate situazioni familiari. Trenta ospiti risultano separati o divorziati, 25 in cattivi rapporto con i familiari, 4 sono vedovi.

Il rapporto ricorda le attività che il Centro organizza periodicamente: attività laboratoriali con volontari e professionisti per migliorare la struttura e rendere il periodo dell’accoglienza più piacevole.

In questo periodo sono state organizzate pitture murali e laboratorio di falegnameria per la costruzione di scarpiere, fioriere, panchine e altro, oltre all’ormai tradizionale cena con il vicinato per stimolare una maggiore apertura della cittadinanza alla problematica del disagio adulto.

Il servizio della Casa delle Genti è attivo dal dicembre 2015 e da questa esperienza del Centro è nato poche settimane fa l’Ufficio di Orientamento Sociale, inaugurato a luglio nel centro storico di Jesi.

Check Also

Paolo Bernabucci

Bernabucci: per la buona Accoglienza vogliamo un albo delle associazioni e l’Asilo europeo

Intervista di Giulia Sancricca / dal Corriere Adriatico / Foto © Eugenio Gibertini MACERATA, 30/08/2017 – ...