Progetto RE-LAB: Escursioni nei Sibillini per giovani tra 15 e 24 anni

Doppia attività a cura di Risorse Cooperativa per il progetto RE-LAB promosso dal Gruppo Umana Solidarietà e finanziato dalla Regione Marche

Attività Re-LabDue occasioni per i giovani dai 15 ai 24 anni di vivere esperienze a contatto con la natura all’insegna del turismo sostenibile. Il 10 maggio si terrà l’escursione “Dai luoghi dell’Aquila al regno dei Cavalieri” mentre il 6/7 giugno avrà luogo un “weekend natura” con escursioni ed attività di orienteering. Tutte le iniziative, completamente gratuite, sono a cura di Risorse Cooperativa per il progetto RE-LAB promosso dal GUS – Gruppo Umana Solidarietà e finanziato dalla Regione Marche (L.R. 9/2004- art.12, com.2), che mira a promuovere il protagonismo sociale e la cittadinanza attiva dei giovani ed adolescenti delle province di Macerata ed Ancona in contrasto a fenomeni di devianza e marginalità sociale.

L’attività del 10 maggio, rivolta a un massimo di 20 partecipanti, è un’escursione su sentiero di media Passeggiata Re-Labdifficoltà che permetterà ai partecipanti di godere una panoramica completa sull’Alta Valle del Fiastrone immersa nel versante Nord dei Monti Sibillini e di ammirare i colori della fioritura del sottobosco e delle praterie d’alta quota.

Il weekend natura del 6/7 giugno consta di due diverse attività: il 6 giugno si terrà l’ escursione “Monte CastelManardo dalla Forcella Bassette” mente il giorno seguente ci sarà una lezione di orienteering e di orientamento in generale seguita da una prova a squadre.

Entrambe le attività sono a numero chiuso e per partecipare occorre iscriversi contattando Risorse Cooperativa allo 0733 280035 o via email all’indirizzo activetourism@risorsecoop.it.

I minorenni dovranno presentare un’autorizzazione firmata da un genitore.
Per maggiori info si può visitare il sito activetourism.risorsecoop.it e il blog progettorelab.wordpresss.com dove sono descritte anche tutte le altre numerose attività realizzate dai vari partner del progetto.

Check Also

GUS, Vetrata sfondata

Dalle minacce alla violenza: mattoni contro la vetrata dell’ufficio del GUS

Alle tre di pomeriggio, in pieno orario di lavoro, una o più persone hanno attaccato la sede del GUS di Piazza Mazzini. Un gesto che, si alimenta delle falsità, insinuazioni e calunnie di questi mesi e che trova protezione e silenzi accordanti nei troppi “se” e nei troppi “ma”.