La storia del ritorno del giovane Mohammed dall’Italia al Mali

Vanity_Fair_Italia_Settembre 2017_01

Nel giugno scorso Vincenzo Giardina, giornalista dell’agenzia DIRE, ha viaggiato insieme al fotografo Massimo Perruti fino in Mali, passando da Bamako, la capitale, e poi dirigendosi verso il confine con il Senegal e la Mauritania, percorrendo all’inverso le rotte intraprese dai migranti per arrivare in Libia e poi in Italia. Nell’articolo scritto per Vanity Fair ha raccontato la storia di Mohammed, ritornato in Mali grazie al progetto “Back to the Future” gestito dal GUS.

👉 L’ARTICOLO COMPLETO SUL SITO RIMPATRI.GUS-ITALIA.ORG

Check Also

Un momento del sit-in di protesta a Napoli a seguito dell'omicidio di Soumaila Sacko, migrante maliano di 29 anni, uccisio a colpi di fucile a San Calogero (Vibo Valentia) 4 giugno 2018. ANSA/ CIRO FUSCO

Il GUS è accanto a tutti i Sacko Soumaila che lottano per scrivere una Storia diversa

L’uomo si chiamava Sacko Soumaila, era un giovane maliano, bracciante agricolo e attivista sindacale: uno degli sfruttati che - ogni tanto accade - alza la testa e si ribella.