18:44:37 24 luglio 2017
Home » Approfondimenti » Presentato al Viminale il Rapporto sull’accoglienza di migranti e rifugiati in Italia 2015

Presentato al Viminale il Rapporto sull’accoglienza di migranti e rifugiati in Italia 2015

Share Button

E’ stato presentato mercoledì 21 ottobre 2015  al Viminale il “Rapporto sull’accoglienza di migranti e rifugiati in Italia”, promosso dal Sottosegretario all’Interno Domenico Manzione e dal Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del Ministero dell’Interno e realizzato da un gruppo di esperti.

Il rapporto, partendo da dati sul fenomeno dell’immigrazione, presenta il sistema di accoglienza integrata  nel nostro Paese che coinvolge, sotto diversi aspetti, Stato, Regioni, Enti Locali ed Organizzazioni non governative, oltre al mondo dell’associazionismo, tenendo conto sia del quadro normativo, europeo e nazionale, di riferimento in materia di asilo, con particolare attenzione alla disciplina del Regolamento di Dublino, e sia della attività svolta dalle Commissioni Territoriali

Alcuni dati ed elementi emersi dal rapporto:

  • sono 100.000 le persone ospitate nelle strutture (dato aggiornato al 10 ottobre 2015);
  • il 70% si trova nelle strutture temporanee;
  • l’Italia è il terzo Paese per numero di richiedenti asilo, dopo la Germania e la Svezia;
  • la presenza delle donne è estremamente ridotta rispetto alla media europea;
  • i primi tre Paesi di provenienza dei richiedenti asilo in Italia sono Nigeria, Mali e Gambia;
  • i minori sbarcati sulle nostre coste nel 2014 sono stati 26.112, di cui 13.000 non accompagnati;
  • nel 2015 i minori non accompagnati sono cresciuti del 73%;
  • nella gestione ordinaria dell’accoglienza si registra una drastica riduzione dei costi, pari al 70%.

 

Scarica il “Rapporto sull’accoglienza di migranti e rifugiati in Italia” Rapporto accoglienza 2015

Scarica l’abstract del “Rapporto sull’accoglienza di mi

Check Also

Giovanni Lattanzi #OngATestaAlta

#OngATestaAlta “Basta fango”, la replica delle Ong alle accuse basate su ipotesi

“Siamo le stesse ONG che lavorano in accoglienza per dare speranza a chi mette a repentaglio la sua vita per attraversare il mare, e quelle stesse ONG che hanno denunciato Mafia Capitale e che si costituiscono parte civile contro uno scafista alla Procura di Catania”. L’intervento del Coordinatore nazionale del GUS Giovanni Lattanzi alla conferenza stampa convocata da AOI e Forum Terzo Settore questa mattina alla Sala Capranichetta di Piazza Montecitorio a Roma, per rispondere alle accuse mosse alle Ong con storie e numeri che dimostrano l’efficacia e la trasparenza delle organizzazioni. #OngATestaAlta.