2:08:07 23 giugno 2017
Home » Tutela » Sbarchi: GUS, appello al Governo per un approccio più umanitario

Sbarchi: GUS, appello al Governo per un approccio più umanitario

Share Button

barcone

L’aumento degli sbarchi non solo nelle coste del sud del Mediterraneo ma anche attraverso altre rotte ci preoccupa molto – a parlare è Paolo Bernabucci Presidente del GUS Gruppo Umana Solidarietà, organizzazione che si occupa di richiedenti protezione internazionale da oltre 15 anni e gestore dell’Ufficio di Frontiera del Porto di Ancona. 

Lo sbarco di ieri, 98 persone molte delle quali provenienti dalla Siria, è l’ultimo di tanti che nell’ultimo mese stanno avvenendo. Ieri ho visto ragazzi in condizioni esauste, -continua Bernabucci – un viaggio durato giorni, ammassati dentro il cassone di tir, disidratati, sfuggiti a situazioni di guerra, soprusi e crudeltà.

In pochi minuti hanno avuto il tempo, come prevede la legge, di scegliere se chiedere asilo o meno, che vuol dire rimanere o essere rispediti indietro senza avere il tempo di pensare al proprio futuro. Come GUS vogliamo farci promotori di un appello al Governo e ai Candidati al Parlamento Europeo perché il sistema di accoglienza abbia un approccio più umanitario e meno legalitario.

Siamo i primi a rispettare e a far rispettare la legge ma, di fronte ad una tragedia, bisogna dare altre risposte. Siamo disponibili a confrontarci per un sistema alternativo che dia la possibilità alle persone che fuggono di poter avere un periodo più ampio per pensare alla scelta da fare con il sostegno del personale specializzato delle organizzazioni umanitarie che possano fornire tutti gli elementi per una decisione ponderata e non sbrigativa.

 Ancona 13 maggio 2014

Check Also

Corso orientamento al lavoro

Concluso il Corso di Orientamento al Lavoro in Salento

Si è concluso il 31 maggio il Corso di Orientamento al Lavoro rivolto ai beneficiari ...